wiki
Benvenuto Ospite, sei in: Login
RSS RSS

Navigazione (Tech)





Ricerca wiki
»

Configurare il Settings.Config

In questa sezione vengono spiegate le voci settabili nel settings.config.

Connessione al database

<!-- Your string connection -->
  <add key="Connection" value="Data Source=servername;Initial Catalog=Tustena;User Id=;Password=;
ConnectTimeout=20;Connection Reset=false;Network Library=dbmssocn;"/>  
  <!-- Users SQL Databases -->
  <add key="TustenaUsersDataBase" value="Data Source=servername;Initial Catalog=Tustena;
User Id=;Password=;Connect Timeout=20;Connection Reset=false;Network Library=dbmssocn;"/>

Le chiavi Connection e TustenaUsersDataBase indicano le connection string del database principale del database relativo alle tabelle create dinamicamente nel modulo database. Normalmente vengono compilate in automatico dall'installatore.

Maximum number of result for the search

 XML
<add key="MaxResult" value="100"/>

Indica il numero massimo di risultati nelle ricerche.

Tustena supported languages

  XML
<add key="SupportedLanguages" value="it;en;es;tr;uk"/>
<add key="SupportedLanguagesDescription" value="Italiano|it-IT;English|en-GB;Espanol|es-ES;Turkish|tr-TR;Ukranian|uk-UA"/>
<add key="Mode" value="1"/>

Chiavi riservate

Configurazione Spooler
Formati: direct, mssmtp, xmail

Con il formato direct le mail vengono inviate direttamente con l'SMTP settato nella chiave SMTPServer, utilizzando lo spooler integrato nel CRM.

 XML
<add key="SpoolFormat" value="direct"/>
<add key="MailSpoolPath" value=""/>
<add key="MailPerMinute" value="15"/>

Settaggi standard relativi a DIRECT.

 XML
<add key="SpoolFormat" value="xmail"/>
<add key="MailSpoolPath" value="c:\xmail\mailroot\spool\local\"/>
<add key="MailPerMinute" value="15"/>

Settaggi standard relativi a Xmail. NOTA : XMAIL è un progetto opensource oramai obsoleto

 XML
<add key="SpoolFormat" value="mssmtp"/>
<add key="MailSpoolPath" value="c:\inetpub\mailroot\pickup\"/>
<add key="MailPerMinute" value="15"/>

Settaggi standard relativi a Miscrosoft SMTP.

Il nostro consiglio è quello di utilizzare la modalità DIRECT in quanto gestito direttamemte da noi , per gli altri spool format di terze parti non forniamo assistenza.

User DatabaseEngine

 XML
<add key="DatabaseEngine" value="SQL"/>

Chiave riservata

Tustena mail address

 XML
<add key="TustenaMainMail" value="info@tustena.com"/>

Indirizzo principale da cui vengono inviate la mail.

Tustena mail address for debug

 XML
<add key="TustenaErrorMail" value="error@tustena.com"/>

Quando si verifica un errore il sistema lo notifica automaticamente, si consiglia di non cambiare questo indirizzo per una più rapida soluzione dei problemi.

Tustena Url

 XML
<add key="TustenaUrl" value="http://localhost/"/>

Il valore di questa chiave deve essere l'url del server dove è installato Tustena, oppure l'IP, senza questa chiave si potrebbe verificare una perdita di dati se l'applicazione si riavvia automaticamente mentre si stanno inserendo dei dati.

Tustena return mail path

 XML
<add key="TustenaMailReturnPath" value="@tustenacrm.com"/>

In questa chiave specificare il dominio preceduto da @ dove le mail di ritorno devono arrivare.

SMTP configuration

 XML
<add key="SMTPServer" value="smtpserver"/>
<add key="SMTPPort" value="25"/>
<add key="SMTPAuthRequired" value="1"/>
<add key="SMTPUser" value="user"/>
<add key="SMTPPassword" value="password"/>

Configurazione del SMTP, la chiave SMTPAuthRequired deve avere valore 1 se il server richiede autenticazione altrimenti il valore va lasciato vuoto.

NeatUpload config

 XML
<add key="NeatUpload.MaxNormalRequestLength" value="409600"/>
<add key="NeatUpload.DefaultTempDirectory" value="c:\tustena\NeatUploadTemp"/>

Chiavi che configurano il sistema di upload per l'archivio, la prima chiave indica la dimensione massima in byte dei file caricabili, la seconda la cartella temporanea di caricamento che deve avere i permessi di scrittura per l'utente NETWORK SERVICE.

Path for storage

 XML
<add key="DataStoragePath" value="c:\tustena\docs"/>

Percorso di salvataggio dei file dell'archivio, deve avere i permessi di scrittura per l'utente NETWORK SERVICE.

 XML
<add key="Precompile" value="1"/>

Chiave riservata

Scheduler Interval (milliseconds)

 XML
<add key="SchedulerInterval" value="60000"/>

Ogni quanti millisecondi viene invocato lo scheduler.

 XML
<add key="ServerSideViewState" value="true" />
<add key="SetupDate" value="04/09/2005"/>
<add key="BusinessVersion" value=""/>

Chiavi riservate

Project Mail

 XML
<add key="ProjectRobotMail" value="project@tustena.com"/>

Mail che invia le notifiche automatiche dal modulo project.

Domain integration

 XML
<add key="ADDomain" value="domainname"/>
<add key="DomainIntegratedAuth" value="1"/>
<add key="DomainIntegratedIPMask" value="192.168.1.*"/>

Se Tustena viene utilizzato in un dominio, è possibile saltare la procedura di login collegandola agli utenti del dominio.

Ticket Configuration

 XML
<add key="TicketRepositoryMail" value="ticket@tustena.com"/>

Mail dove vengono inviati i ticket creati dall'esterno.

Stato ticket non compilati

 XML
<add key="TicketPreviousSessions" value="0"/>

Se settato a 1 mantiene lo stato dei ticket non compilati interamente.

External Uri

 XML
<add key="ExternalUri" value="http://localhost"/>

Settare l'url del server o l'IP per gestire i track anchor delle mail inviate dalle campagne DEM. Affinchè i track-anchor funzionino correttamente, se si utilizza per l'invio il server di posta interno, il CRM deve essere pubblicato verso l'esterno. L'indirizzo specificato in questa chiave dovrà essere pertanto quello pubblico comprensivo della porta (se diversa da 80).

Groups Secure

 XML
<add key="GroupsSecureType" value="0"/>

Tipi: 0 = normale; 1 = senza gruppo Global, solo gestione dei sottogruppi.

 XML
<add key="IwishEmails" value="staff.it@tustena.com"/>

Log Sql

E' possibile impostare una folder dove il sistema andrà a loggare tutte le varie query di select che vengono fatte al sistema. Questa funzionalià permetterà di analizzare il carico medio di lavoro del Database, per migliorare le performance.

 XML
<add key="LogSqlFolder" value="c:\tustena\docs"/>

Regole modalità di pagamento

Dalla versione 6.7 è possibile impostare le regole di comportamento per definire le scadenze delle fatture in modo automatico in base alla modalità di pagamento selezionata. Questa funzionalità è attiva dalla data settata nella key, le fatture precedenti a questa data seguono le vecchie regole di Tustena. Qualora si desideri mantenere il vecchio sistema basterà definire una data futura ad esempio 01/01/2100.

 XML
<add key="DateToStartWithPaymentRule" value="01/03/2009"/>

Limite di connessione del Comet

 XML
<add key="CometTimeOut" value="55000"/>

Imposta in millisecondi il tempo di scandenza delle richieste comet. Se non presente il default è 55000

Massimo elementi importabili per i FreeFields

 XML
<add key="ImportCsvFreeFieldsLimit" value="1000"/>

Imposta il limite massimo di elementi importabili, attraverso la procedura di importazione dei dati da csv, utilizzando anche i campi aggiuntivi. Sopra questo limite i campi aggiuntivi non saranno importabili. Se non presente il default è 1000

Limite in KB per il download delle mail

 XML
<add key="WebMailSizeLimit" value="4048"/>

Il limite in Byte per la webMail. Le mail al di sopra di questo limite non saranno scaricabili localmente, ma soltanto visualizzate. Se non presente il default è 4048, se 0 non c'è nessun limite.

Limite in Bytes per il caricamento delle immagini Inline da mandare via mail

 XML
<add key="WebMailImageLimit" value="204800"/>

Il limite in Byte per la il caricamento delle immagini nelle mail da inviare. Se non presente il default è 204800, se 0 non c'è nessun limite.

Tempo di transizione di controllo della casella di posta

 XML
<add key="WebMailThreadTimeOutSeconds" value="300"/>

Il tempo in secondi per il controllo asincrono delle mail nella casella di posta. Se non presente il default è 300. Il valore non può scendere sotto i 5 secondi

Dimensione del pacchetto di mail da scaricare ad ogni connessione

 XML
<add key="WebMailSizeInterval" value="20"/>

Se non presente il default è 20. Il valore non può essere minore di 1

Abilita la cache a livello di DB delle mail Imap

 XML
<add key="WebMailCacheEnabled" value="true"/>

Abilita la cache sulla tabella WEBMAILSTORE il default è true. Se false, controlla ad ogni accesso gli aggiornamenti sul server Imap (simula un comportamento in Pop3)

UserName di login senza dominio

 XML
<add key="LoginDomain" value="@digita.it"/>

Attiva l'accesso senza il dominio, utilizzando l'estensione definita come suffisso per completare la username.

Modalità di restrizione sulle cartelle private dell'archivio

 XML
<add key="SubAccountFolderPermissionAccountType" value="0|1|2|5"/>

Abilita la restrizione sulle cartelle private solo a determinate tipologie di account. 0-Utenti 1-Area Manager 2-Agenti 5-Utenti Light

Di default la restrizione si applica a tutte le tipolgie di account

 XML
<add key="SubAccountFolderPermissionDisabled" value="true"/>

Disabilita l'accesso ad un utente ai file dei propri sottoposti. Con la seguente configurazione la cartella sarà visibile esclusivamente dal proprietario e dal SystemAdministrator

Di default il valore è a false.

Abilitare controllo inserimento Password

 XML
<add key="MaxFailedLoginRetry" value="0"/>

Attiva il controllo inserimento password da parte degli utenti: di default il valore è zero (non viene effettuato alcun controllo) ed è possibile modificarlo per inserire il numero massimo di tentativi errati di accesso da parte dell'utente. Una volta raggiunto il massimo numero di tentativi, l'utente dovrà aspettare 30 minuti prima di poter riprovare ad accedere.

Salvataggio della mappa statica in locale

 XML
<add key="SaveStaticMapOnLocal" value="false"/>

Abilita il salvataggio della mappa visualizzata all'interno della scheda anagrafica per chi ha acquistato i crediti per la georeferenziazione. Se non è presente oppure è a false, ad ogni accesso alla scheda verrà scalato un credito di visualizzazione. Impostando a true, l'anagrafica verrà georeferenziata solo al primo accesso e ad ogni sucessiva modifica dell'indirizzo salvato nella scheda.

Visualizzazione nei report dei campi esclusi dal Layout Studio

 XML
<add key="ExcludedLayoutStudioFieldIsReportable" value="true"/>

Attiva la reportabilità dei campi esclusi dal Layout Studio, ovvero sarà possibile rendere questi campi visibili nei report, ricercabili nelle ricerche avanzate e inseribili nelle griglie da "personalizza i campi".

Stampa nei template dei campi nascosti da Layout Studio

 XML
<add key="ExcludedLayoutStudioFieldIsPrintable" value="true"/>

Attiva la possibilità di stampare nei template liquid anche i campi esclusi dal Layout Studio.

Disattivazione Automatica del Grabber

 XML
<add key="DisableTicketGrabberOnError" value="true"/>

Gestisce la possibilità di disattivare il grabber in caso di errori durante la connessione alla casella di posta. Questa voce di default è a true. Impostandola a False, il grabber rimarrà attivo anche in caso di più errori consecutivi di connessione alla casella di posta.

Rispondi sopra questa riga nei ticket

 XML
<add key="DisableReplyAboveThisLine" value="true"/>

Permette di rimuovere la riga -###-###- Rispondi sopra questa riga -###-###- generata in automatico dal sistema quando si replica al cliente dal ticket con una attività di tipo email.

Ricalcolo dei prezzi nelle righe per i documenti importati

 XML
<add key="RecalcPriceListOnImportRows" value="true"/>

Se non presente, è a false di default. Permette di effettuare il ricalcolo del prezzo per le righe importate da un altro documento.

Quantità negativa nei documenti

 XM
<add key="AllowNegativeQtaInErpRow" value="true"></add>

Se non presente oppure a false, non permette l'inserimento di quantità zero oppure negativa nelle righe documento.

Messaggio ticket creato con successo

 XM
 <add key="OnNewTicketGoToList" value="1" />

Se presente e settata ad 1, una volta creato il ticket si viene riportati alla lista dei ticket anzichè rimanere nella maschera dell'oggetto appena creato. Inoltre non viene visualizzato il messaggio di creazione ticket.

Stampa rapportini in remoto dall'App

 XM
 <add key="AllowOfflineRemotePrint" value="1" />

Necessaria per attivare la stampa dei template nell'App (ad esempio il template di stampa dell'intervento) in modo che venga recuperato il template con i campi liquid presenti in Tustena. Con questo flag attivo, l'App invierà la richiesta di compilazione del template direttamente all'istanza di Tustena in modo che vengano compilati tutti i campi liquid standard. Il template ultimato, verrà visualizzato nell'App.

Ticket nei multitier

 XM
 <add key="DisableTicketCrossTier" value="true" />

Se non presente, questa chiave è a False. Serve per disabilitare nella sezione ticket (per gli utenti multitier) la possibilità di vedere tutti i ticket di tutti i tier, tenendo quindi la gestione separata per tier.

Campo Ammontare nelle opportunità

 XM
 <add key="SkipForceOpportunityQuoteAmount" value="true" />

Se non presente, questa chiave è a False. Di norma, quando una opportunità viene chiusa, il campo ammontare viene modificato dal sistema con il valore del preventivo in chiuso-accettato collegato all'opportunità. Impostando la chiave a true invece, tale valore non verrà modificato dal sistema.

Anno Solare/Commerciale

 XM
 <add key="CommercialYear " value="true" />

Se non presente, questa chiave è a False, quindi la fatturazione si basa sull'anno solare. Se settata a true, questa chiave permette di settare l'anno commerciale per la fatturazione dei servizi dei contratti.

Attivazione Log sync Exchange

 XM
 <add key="ExchangeSynchronizationThreadLog" value="true" />

Se presente e settata a true, permette di generare un log (visibile in AppData\Log) della sincronizzazione con Exchange. Attenzione che il logo generato è piuttosto corposo: da disattivare una volta terminata la fase di diagnostica degli errori di sincronizzazione.

Password case sensitive

 XM
 <add key="CaseSensitivePassword" value="true" />

Se presente e settata a true, la verifica della password diventa case-sensitive; in caso contrario, non viene verificato se il carattere inserito sia maiuscolo o minuscolo.

Multi ERP
 XM
<add key="DifferentPluginConfigurationForEachTier" value="1" />

Se presente e settata a 1, abilita la possibilità di gestire il collegamento a più istanze di Gamma/Alyante. La licenza deve essere comunque idonea alla gestione MultiERP

Totale colonna nella griglia documenti di vendita
 XM
<add key="TustenaRepeaterDisableTableWideGrouping" value="1" />

Se presente e settata a 1, disabilita la visualizzazione, nell'esposizione delle colonne numeriche, della somma in fondo alla griglia.

Totale colonna nella griglia documenti di vendita
 XM
<add key="TustenaRepeaterDisableTableWideGrouping_QuotesListRepeaterController" value="1" />

Se presente e settata a 1, disabilita la visualizzazione, nell'esposizione delle colonne numeriche per i preventivi, della somma in fondo alla griglia.

Totale colonna nella griglia documenti di vendita
 XM
<add key="TustenaRepeaterDisableTableWideGrouping_OrdersListRepeaterController" value="1" />

Se presente e settata a 1, disabilita la visualizzazione, nell'esposizione delle colonne numeriche per gli ordini, della somma in fondo alla griglia.

Date di competenza della fatturazione dei servizi
 XM
<add key="ExcludeErpDocumentDateFromInstalmentBilled" value="1" />

In presenza della chiave settata a true l'algoritmo che calcola le rate fatturate si basa solo sulle date di competenza che trova nel documento personalizzato e quindi costruisce correttamente le relazioni tra rate e documenti. Se invece la chiave è valorizzata a false (o assente) l'algoritmo considera sia le date di competenza del documento che la data del documento stesso.

ATTENZIONE: se si setta la chiave a true si eliminano sì eventuali duplicazioni date dal fatto che la data di competenza non coincida con la il periodo di fatturazione (ad esempio quando fatturiamo a maggio comeptenze di gennaio) duplicazioni ma se nel database esistono documenti risalenti a versioni di Tustena in cui non si valorizzavano le date di competenza per questi documenti verrà persa la relazione con le rate.

Disabilitazione invio errori
 XM
<add key="NotifyErrors" value="0" />

Se presente e settata a 0, impedisce a Tustena di comuinicare i log degli errori verso il ns. server.

Cancellazione file temporanei di TustenaData
 XM
<add key="CrmClearRunningPathAfterDays" value="7" />

Se presente, permette di parametrizzare dopo quanti giorni cancellare i file temporanei. di default (oppure se non presente), i file temporanei vengono cancellati dopo 7 giorni. Per rendere operativa la chiave (nel caso di debba modificare questo parametro), il CRM deve avere lo scheduler attivo, il task CrmWorkingTasking.DBGarbageCollectorWorkingTask attivo e deve presentare un record nella tabella EVENTSCHEDULER con EVENTYPE=6 e EVENTNAME=DAILYTHREAD

Disabilitazione metodo Merge
 XM
<add key="DigiDapterMode" value="Legacy" />

Se presente e settata a Legacy, questa chiave permette di disabilitare il metodo merge implementato a partire dalla 18.26 per l'aggiornamento delle tabelle del database e che può andare in conflitto di compatibilità con eventuali ticket custom

Disabilitazione verifica certificati
 XM
<add key="AllowTrustAnyCertificate" value="true" />

Se presente e settata a true, disabilita la verifica del certificato del server di posta e permette di connettere l'account esterno anche se impostato il secure ma senza certificato valido (perchè ad esempio scaduto)

Abilitazione apertura attività da flusso all'interno dell'oggetto contestuale
 XM
<add key="RedirectIgnoreDirect" value="true" />

Quando viene aperta una attività generata durante un flusso, questa attività si apre in modalità stand-alone (ovvero da CRM>Attività) anche nel caso sia legata ad un oggetto (opportunità etc). Impostando questa chiave a true, il sistema aprirà l'attività generata all'interno del tab attività dell'anagrafica oppure nel folder dell'oggetto collegato.

Abilitazione vecchie skin del CRM
 XM
<add key="ViewSkinConfiguration" value="true" />

Quando presente e settata a true, permette di far comparire in personalizza la parte di menu per la modifica della skin del CRM.

Abilitazione della WebAPI key
 XM
<add key="MyWebApiKeysConfiguration" value="true" />

quando presente e settata ad 1, permette di impostare un token per l'autenticazione nel CRM delle WebAPI. Il token si genera nel tab WEBAPI KEYS in SETUP>Azienda.

Abilitazione prezzi negativi nei documenti di vendita
 XM
<add key="AllowNegativeListPriceInErpRow" value="true" />

quando presente e settata a true, abilita l'utente ad inserire prezzi negativi nelle righe documento

Modifica dell'autocompletamento delle provincie in anagrafica
 XM
<add key="UseProvinceAbbreviation" value="true" />

quando presente e settata a true, modifica il comportamento dell'autocomplemtamento in fase di inserimento dell'indirizzo: non viene più proposta la provincia per nome intero ma il campo viene compilato con la sigla (ad esempio provincia "Milano" viene compilata con "MI")